Ente Nazionale Canossiano
Tel: +39 0458006518
Via Rosmini, 10 - 37123 Verona

Codice Etico

Il Codice Etico (ai sensi del D.lgs.231/01) esplicita lo stile di relazione e le modalità operative di ENAC Ente Nazionale Canossiano e definisce le linee del patto che deve regolare i comportamenti quotidiani tra l’Ente e i suoi Interlocutori che vengono individuati, a titolo esemplificativo, nelle pubbliche amministrazioni, nei cittadini ed i clienti, nei dipendenti e collaboratori, nei fornitori e nella collettività in generale.

Il Codice si propone come strumento per prevenire eventuali comportamenti illeciti da parte di chi opera in nome e per conto dell’Ente. Il Codice è quindi parte integrante dell’assetto di governance e dell’organizzazione, presenta e dettaglia la domanda e l’offerta di comportamenti etici che ENAC Ente Nazionale Canossiano rivolge ai soggetti sopra individuati.

In particolare:

  • Agli Amministratori, ai Dipendenti, ai Consulenti, ai Collaboratori esterni ed ai Fornitori il Codice Etico di ENAC Ente Nazionale Canossiano richiede il pieno rispetto delle norme e delle condizioni contenute, in quanto Destinatari delle sue prescrizioni. Il loro agire in piena coerenza con il Codice garantisce, nei comportamenti operativi, la qualità sociale dell’attività dell’Ente, la piena credibilità della filiera di processo, la continuità della catena del valore volta ad affermare la centralità del principio di legittimità coniugato con i principi di efficienza ed efficacia nell’esercizio delle proprie attività.
  • Alla Pubblica Amministrazione ed alla Comunità, il Codice Etico di ENAC Ente Nazionale Canossiano offre uno stile ed una modalità di lavoro e di rapporto che valorizza il rilievo anche sociale della loro attività, rispetta la loro autonomia e la loro missione, crea le condizioni per un patto di collaborazione in grado di generare nuovo valore comune.

Tutti i Destinatari devono rispettare le previsioni del presente Codice ed i principi che ne sono a fondamento.

L’osservanza delle norme del Codice da parte dei Destinatari è parte essenziale delle loro obbligazioni contrattuali, in base alle disposizioni  dell’art. 2104 e ss. del Codice Civile ove applicabile e, comunque, nel rispetto delle declaratorie professionali previste anche dai vigenti Contratti collettivi nazionali di lavoro.
Il Codice Etico dovrà essere oggetto di esplicita valutazione in ordine a qualunque disposizione, contenuta in regolamenti interni o procedure, che dovesse entrare in conflitto con lo stesso.
In nessun caso la convinzione di perseguire gli interessi e gli obiettivi dell’Ente può legittimare il mancato rispetto delle norme del Codice.

A capo del proprio Codice Etico, ENAC pone i seguenti principi generali.

  • Responsabilità individuale: ENAC sviluppa la consapevolezza della funzione professionale di tutti i dipendenti per produrre benefici in favore dell’Ente e degli Interlocutori.
  • Consapevolezza: ENAC tiene costantemente presente che l’oggetto della nostra attività è l’istruzione, la formazione professionale, orientamento e accompagnamento al lavoro, con particolare attenzione per le categorie sociali più deboli.
  • Trasparenza e liceità: ENAC imposta le relazioni in modo chiaro e comprensibile, nel completo rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti.
  • Imparzialità ed efficacia: ENAC garantisce pari opportunità agli interlocutori interni ed esterni, costruendo relazioni fondate sul reciproco rispetto e sul merito.
  • Correttezza negli affari: ENAC adotta e promuove una visione etica della nostra azione fondata sul rispetto delle persone e con una prospettiva orientata alla sostenibilità.

Consulta qui la versione integrale del Codice Etico (versione 1 del 11/11/2016)