Dual Training through Mobility

, ,
Dual Training through Mobility

logo dualmob enacDue dei problemi principali che si trovano ad affrontare i sistemi di Istruzione e Formazione Professionale (leFP) in Europa sono il fenomeno dell’Early School Leaving (ESL) e del mancato raggiungimento di competenze chiave per le persone che finiscono i percorsi di studio. Il sistema leFP da anni svolge un ruolo chiave nella lotta a questi fenomeni, tuttavia per continuare a contrastare l’abbandono scolastico e dotare gli studenti delle relevant skills richieste dal mondo del lavoro è necessario dare maggiore impulso alle forme di apprendimento basato sul lavoro (WBL). Alla luce di queste problematiche e dell’avvio del sistema duale in Italia promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, i membri del consorzio hanno deciso di incrementare le opportunità di apprendimento in mobilità durante i percorsi formativi che utilizzano metodologie WBL.

L’obiettivo è promuovere, all’interno dei percorsi formativi che favoriscono l’apprendimento in assetto lavorativo, periodi di mobilità all’estero. Infatti, la mobilità, integrata con esperienze WBL, è importante per (ri)motivare i VET learners (prevenendo l’abbandono scolastico) e dotarli delle competenze richieste dalle imprese.

Il progetto DUAL MOB promuove dunque lo sviluppo di competenze chiave e tecnico professionali richieste dalle aziende tramite esperienze WBL in contesti esteri da effettuare all’interno di percorsi formativi (3/4 anno, neoqualificati/diplomati), valorizzando i risultati di apprendimento di tali esperienze per facilitare un futuro inserimento nel mondo del lavoro dei giovani partecipanti o per continuare il percorso di studi.

Il progetto si rivolge a 300 studenti (circa 1 terzo in situazioni di svantaggio economico/sociale/culturale) che frequentano percorsi IeFP in 18 regioni italiane dove sono attivi i 150 CFP associati agli enti che compongono il consorzio.

Il progetto garantisce un’ampia copertura settoriale e geografica. I giovani coinvolti apparteranno ai seguenti settori professionali:

  • Agroalimentare (Operatore/Tecnico della trasformazione agroalimentare; Op/Tec agricolo);
  • Manifattura e artigianato (Op/Tec Abbigliamento, Op/Tec Legno);
  • Meccanica, impianti e costruzioni (Op/Tec meccanico, dell’automazione, edile, elettrico, elettronico, impianti termoidraulici);
  • Cultura, informazione e tecnologie informatiche (Op/Tec Grafico);
  • Servizi commerciali (Op/Tec amministrativo-segretariale e servizi di vendita);
  • Turismo (Op/Tec della ristorazione e dei servizi di promozione turistica);
  • Servizi alla Persona (Op/Tec del benessere).

Il partenariato istituito avrà un impatto significativo dal punto di vista geografico coinvolgendo 20 partner da 6 paesi (Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Regno Unito, Spagna). L’ampio numero di partner stranieri e i criteri con i quali tali enti sono stati coinvolti assicureranno agli studenti un’esperienza formativa adatta ai profili professionali.

Il progetto promuove 2 tipologie di mobilità transnazionale:

  1. tirocinio all’estero per studenti in formazione professionale iniziale presso un’azienda per un periodo di tre/quattro settimane (studenti più maturi e preparati);
  2. tirocinio all’estero per studenti in formazione professionale iniziale presso un CFP con periodi di apprendimento in azienda o in un altro contesto pertinente per un periodo di 3/4 settimane (studenti più fragili).

Il progetto prevede l’impiego del sistema ECVET per la valorizzazione e il riconoscimento dei learning outcomes acquisiti all’estero. A tal fine, il consorzio si avvarrà dell’esperienza e degli strumenti ECVET elaborati nel progetto GORES.

Il progetto avrà un impatto sullo sviluppo delle competenze professionali e trasversali degli studenti e del personale coinvolto (tutor) e di conseguenza sul miglioramento dell’offerta formativa IeFP grazie al miglioramento nell’utilizzo dell’approccio del WBL e al rafforzamento del mutual trust tra i partner del progetto.

Il confronto con realtà estere in materia di organizzazione e gestione di attività work based learning porterà un arricchimento in termini di metodi organizzativi e didattici che le organizzazioni invianti potranno sfruttare durante la sperimentazione del sistema duale in Italia.

Scarica la brochure del progetto, anche in versione inglese

Bando-di-selezione_extra

CARATTERISTICHE

  • Codice del progetto: 2017-1-IT01-KA102-005930
  • CUP: G37H17000710006
  • Programme: Erasmus+
  • Key Action: Learning Mobility of Individuals
  • Action Type: VET learner and staff mobility
  • Durata: 2 anni (02/10/2017 – 01/10/2019)

PARTNER

  • Centro Edile per la Formazione e la Sicurezza (CEFS)
  • EDILMASTER La Scuola Edile di Trieste
  • Ente Nazionale Don Orione – Formazione e Aggiornamento Professionale (ENDO-FAP )
  • Ente Nazionale Giuseppini del Murialdo (ENGIM Nazionale)
  • Federazione CNOS-FAP
  • Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri ONLUS (Casa di carità)
  • IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Friuli Venezia Giulia srl Impresa Sociale (IAL Friuli)
  • Scaligera Formazione scarl

DUAL MOB è anche sui social!   

Contest #SocialDualMob

PRIVACY

Informativa sulla privacy

Informativa sulla privacy rivolta ai partecipanti al progetto

logo finanziamento erasmus